domenica 22 luglio 2012

Commento episodio 1x22 I'm the Good Twin

Mi chiamo Silvio Macca. Sono una persona come voi, tranne per il fatto che fin da bambino ho scoperto di poter parlare con la sfiga. Melinda Gordon vedeva i morti, io invece vedevo la sfiga. Nonna la chiamava "la maledizione dei Maya ad personam", mentre i morti non ancora passati oltre chiedevano aiuto a Melinda, io catalizzavo la sfiga mondiale. Per raccontarvi la mia storia devo raccontarvi la loro. Poi è arrivato Ringer. Ed ho capito che per qualche mese a questo mondo ci sarebbe stato qualcuno più sfigato di me: Bridget Kelly. Sta cretina. Mi sono fatto ingannare dal volto della protagonista; “Sarah è tornata dopo Buffy e dopo tanti film altamente discutibili”, mi dissi “come perdermela!”. E il resto è storia. 

Oddio; il commento dell'episodio finale di Ringer, è finalmente diventato realtà Il ritardo è dovuto alla mia insana voglia di farmi del male e di rivedere l'intera serie ridoppiata in italiano, aspettando così che giungesse l'episodio finale di serie anche per la programmazione italiana. Iniziamo lo scempio!!!


Eric Charmelo e Nicole Snyder, oserei definirli quantomeno i geni incompresi della truffa. Due farlocchi millantatori recidivi che continuano a spacciarsi per sceneggiatori e che invece dovrebbero essere soggetti di denuncia a Striscia la Notizia o a Le Iene!!! Succede sempre così. Vorrei specificare e chiarire che io non sono cattivo, ma venero Voldemort a fasi alterne e in base ai contesti. Ecco questo è uno di quelli; perché quando una serie a cui credevo molto, mi delude così fortemente, esce fuori il Serpeverde che è in me!!

Da dove iniziare per raccontare l’epilogo della storia delle gemelle Vanda e Jolanda? Dalla fine (senza spoilerare per chi non ha visto ancora considerando che Rai2 ha giocato con gli episodi, ritrovandosi a proporre gli ultimi tre in un’unica serata)? Nelle intenzioni degli autori c’era l’idea di creare un finalone per permettere ad una eventuale seconda stagione (mhuahahahahahaha!!!) di partire con un salto temporale e molto probabilmente mandare alle ortiche quanto visto nel primo ciclo, partendo da una sorta di switch-off. Come voler ammettere che si sono resi conto di aver combinato una stronzata con tutta la prima stagione, ma adesso vorrebbero con la seconda partire da un punto zero e costruire una nuova trama con Vanda/Bridget che cerca/indaga sulla sorella, per capire perché Jolanda/Siobhan invece di organizzare piani di distruzione di massa, non vada magari a farsi un bel bidet con Tantum Rosa (che non è da bere!!!) per risolvere questo strano prurito intimo che la affligge dal 13 settembre 2011. Nulla di tutto ciò accadrà mai.


LE VERITA' NASCOSTE | Il finale si apre con una bellissima cerimonia del rinnovo dei voti; e quando dico "bellissima" partecipate alla mia ironia. Una cerimonia in cui la Vanda si presenta con un abito da sposa che sembra ospitare sotto i ventordici strati della gonna, la parata nazionale del 4 luglio. Un abito che non consiglierei nemmeno alla mia peggior nemica come sfregio.

Ho sperato che Silver Surfer entrasse ad interrompere questa cerimonia, ma ci siamo dovuti accontentare del fratello incazzato di Pocahontas, Macawi. Che anche se entra in scena tardi, avevamo capito già da 10 minuti che il tutto stava avvenendo nella mente malata della dormiente Vanda, ed infatti - come previsto – si rivelerà essere tutto solo un sogno. Meno male, perché quell’abito poteva essere solo il frutto di una mente seriamente malata e disturbata.




I sensi di colpa sono una brutta bestia, Vanda. Lei lo sa, lo sappiamo noi, lo sanno gli autori, e lo sanno pure i folletti della Patagonia. Prima o poi deve dire tutto ad Andrew rischiando di perdere tutto l’accattonaggio conquistato da settembre ad oggi, e chi se ne frega se nel frattempo Gemma è morta nel più totale anonimato e nessuno si sia preoccupato di indagare. E chi se ne frega se tra una puntata e l’altra hanno fatto fuori un personaggio come Malcom, senza dare spiegazioni o anche una risposta fuori campo. Non so, era forse scaduto il contratto di Mike Colter? L’attore era stato minacciato dalla Yakuza di non comparire più nella serie? E allora prendete un attore afroamericano somigliante, buttatelo in una buca, inquadratelo di spalle, magari col volto mimetizzato con la terra e diteci che Malcom è morto. Abbiamo visto tutti CSI, lo sappiamo come deve essere presentato un cadavere!! No, nulla. L’ennesima riprova delle falle narrative di Ringer. Ma si può??? Certi escamotage non si vedono nemmeno a Beautiful!!!

Mentre la Vanda rammenda calzini per perdere tempo, la Jolanda continua a tramare piani diabolici perseverando sulle due figlie appena nate, volendole chiamare Portia e Regan. Ma che male ti hanno fatto, stupida squinzia di periferia???? Ma come si fa, ma da dove sono usciti sti nomi?

Intano la Vanda riceve la visita dell’ex Detective Jimmy Kemper, che la incontra credendola la Jolanda. E quindi vai di flashback per mostrarci come Siobhan e Charlie (aka John Delario) andavano, un anno prima, allegramente tra i bar del Wyoming, a scrivere nei bagni messaggi osceni a sfondo pornografico e corrompendo agenti dell’ordine doppiogiochisti, invitandoli a fare il triplo gioco per loro – che dal 27 luglio diventerà ufficialmente uno sport Olimpico al pari del salto triplo. E non perdete le Olimpiadi da venerdì prossimo!!!

C’è di positivo che la storia la sta sentendo Bridget per la prima volta, e diciamo che era pure ora, dopo 21 episodi, che venisse a sapere che la Jolanda militasse tra i Mangiamorte e non tra i Grifondoro!

Il piano di Jimmy è semplice, chiede a Siobhan di pagarlo per fuggire, altrimenti va da Bodaway per consegnargli Bridget, solo che siccome Bodawai non sa che quest’ultima ha una sorella gemella, gli consegnerà invece Siobhan spacciandola per Bridget. Ma Jimmy non sa che davanti ha la vera Bridget che si finge Siobhan; quindi finirebbe per consegnare a Bodaway, inconsapevolmente, la vera fuggitiva credendola invece la ricca sorella che lo ha assoldato mesi prima.

Capite che giro???

Ringer era iniziato filosoficamente come la metafora di un gioco di specchi e riflessi. Per diventare adesso il gioco della patata bollente all’interno di una specie di favela popolata da mezzo Brasile.

LASCIA O RADDOPPIA | È  arrivato il momento per la Vanda di tirare fuori in un sol colpo tutto quello che le attanaglia lo stomaco, così come fece Linda Blair ne L’Esorcista. Lei dice ad Andrew che deve dirgli una cosa molto importante, ma lui la stoppa perché vuole prima leggerle una parte delle sue promesse di (rinnovo) matrimonio. Non ci credo, ma lui è serio e vuole farlo. Spero in un meteorite che irrompa nella sala da pranzo e lo prenda in pieno, fermandolo quanto prima. Ma porca pupazza, non succede nulla e lui davvero inizia a leggere la tiritera!! E Bridget è schifata tanto quanto noi (vedi foto); non ce la possiamo fare. E quando giunge il turno di lei di parlare, se l’è talmente fatta addosso nel frattempo, da rinviare la doccia fredda (tranquilla, ci penserà Tim Arbogast a levarsi il dente per te…). Mi pare giusto. Ci sono delle mutandine da andare a cambiare ora, let’s go!

Anche scemoHenry ha la sua possibilità di mostrarci quanto deficiente sia; la sua partner perfetta dovrebbe essere la Vanda, ma lui si ostina a stare con la Jolanda! Va da sé che allora certe fregature se le meriti ampiamente, dato che se le cerca tutte! Chiede un test di paternità – perché è consapevole che Siobhan è andata a letto con Tyler (solo con lui???) – e quando il referto arriva, come minimo pretendi di leggere il responso con i tuoi occhi, e non fidarti della risposta di quella Satana! In caso di esito negativo, cosa volevi che ti dicesse, la verità? E ma allora tu speranze non ne hai? A meno che…

….Oh, ma il test (di gravidanza) era un test (per Siobhan)! Una prova in cui la Meretrice è caduta con tutta la zampogna! Credo che scemoHenry si sia fatto ultimamente un abbonamento a Sky ed abbia finalmente guardato Revenge! Ed ora si finge furbo pure lui! Sono commosso…il mio ometto dai capelli sbarazzini è cresciuto! Ora guardiamo Grey’s Anatomy e fingiamoci tutti medici!!!  Adesso la Jolanda si ritrova smascherata; la mossa di mentire per l’ennesima volta, sulla paternità delle bambine, ha decretato la fine di ogni suo piano machiavellico. È senza soldi (Henry le ha prosciugato il fondo segreto, come risarcimento danni, "Ho voluto portare via l'unica cosa che significava qualcosa per te, come tu hai portato via tutte le cose importanti per me." Le dice lui, lasciandola.), con due figlie dai nomi assurdi sulle spalle.


Entra in scena il fratello di Pocahontas, che intercetta Jimmy che si sta apprestando a fuggire e lo uccide con un coltello che sembra la spada di Cloud Strife, il protagonista di Final Fantasy VII. E poi si reca verso l’abitazione di Siobhan, colei che crede essere Bridget (e che infatti è lei).

Andrew, saputa la verità sulle corna/non corna, affronta la moglie, nello stesso momento in cui lei viene a sapere dal notiziario della morta di Jimmy, capendo immediatamente che adesso Bodawai, sa dove lei si trova. Chiunque adesso è in pericolo. Anche i folletti della Patagonia. #Là nel villaggio dei Puffi, #Puffa di qua, puffa di là, #puffano puffano tutti…..# Comincia a dire la verità ad Andrew, ed è sicuramente la scena più bella e interessante dell’episodio, perché lei gli apre il suo cuore, (“Io ti amo più di quanto pensavo. La mia vita è cambiata completamente quando ti ho conosciuto sette me si fa.  Non ti ho tradito con Henry. Non sono Siobhan”) e lui le risponde dandole della “drogata prostituta”. Bene, molto bene. E la caccia via.

Non siamo sul set di Settimo Cielo, baby! Che cosa si aspettava Bridget, dopo aver rivelato tutto l’inganno ad Andrew e a Juliet? Un sermone e un volemose bbbbbbene? No, qui siamo sulla CW, qui si soffre, in maniera incredibile. Ma non sofferenze leggere del tipo quando scopri che è finita la nutella. No! Sofferenze lancinanti che solo notizie come “Gossip girl è stato rinnovato”, o “90210 è stato rinnovato e non ce ne libereremo mai!”, oppure “l’invio dell’ordine di blu-ray- effettuato è stato rinviato”. Ed urli; urli di dolore verso il cielo, a pugni stretti.

E si arriva all’epilogo.

BIG BAD IS BACK | Come detto, Bodawai adesso sa dove si trova Bridget – a prescindere se sia o meno la “sua” Bridget, cioè quella vera... Andrew e Juliet lasciano l’attico per andare in vacanza e buttarsi tutti questi inganni alle spalle; ma allo steso momento, non vista (che casualità), sopraggiunge il Male Primordiale, che rimasta senza il becco di un quattrino pensa bene di ritornare nella sua vecchia magione per dar sfogo al topo di appartamento che è in lei e rubare qualche prezioso e ricavarne qualcosa.

E gli autori, credendosi dei furbi, propongono il gioco di citare se stessi, ripetendo la scena dell’episodio pilota e il famoso “you have the wrong girl” (tradotto a cazzo di cane da Rai2 per ben due volte!!!!). Nel pilot era Bridget a dire la famosa battuta, quando venne attaccata dal killer che la scambiò per Siobhan; a questo giro è Siobhan ad essere attaccata da Bodawai, che la crede la sorella Bridget. Capito il gioco? Si, Ringer è stata ideata da una pericolosa mente malata. Anzi. Due pericolose menti malate. È arrivato il momento dello scontro finale col Big Bad di stagione (non scrivevo questa definizione dai tempi di Buffy, quando ad ogni stagione c’era un “Grande Nemico” da sconfiggere, prima di andare in vacanza!!!).


Ed eccoci arrivati ad uno dei finali di stagione mal gestiti in tutta la storia della serialità televisiva.

INCONTRI RAVVICINATI | Siobhan riesce a liberarsi dalla stretta di Bodaway e fugge via. Bridget nel frattempo si reca allo stesso appartamento per cercare di chiarire le cose con Andrew e Juliet – un nonsense grande quanto una casa visto che 5 minuti prima era stata rifiutata da entrambi e lo stesso Andrew l’aveva intimata di sparire. Ma evidentemente gli autori non hanno trovato di meglio per riportare la Vanda in quella casa. Una volta lì, capisce che Macawi è entrato in azione e corre ad aiutare quelli che lei crede essere un Andrew e una Juliet in pericolo. E invece non fa altro che salvare, involontariamente la “good twin”.




 Le due sorelle sono state nella stessa stanza, nello stesso momento, al tempo presente e non in un flashback, così come ci avevano annunciato i due caproni di Charmelo e Snyder; peccato che il tutto sia avvenuto non nel modo in cui avremmo voluto! Bridget riesce ad uccidere una volta per tutte Bodawai, sparandogli due volte (da notare durante la colluttazione tra Bodawai e la vera Siobhan, vari riferimenti che io intenzionalmente riconduco a Buffy).

Il lato negativo della serie, è senz’altro il fatto che il mancato rinnovo ad una seconda stagione, ha mandato alle ortiche qualsiasi piano che gli autori avevano programmato. Grazie alla guardia del corpo Solomon, e alle conferme di Henry, Bridget capisce che la sorella ha semplicemente finto il suicidio per un gioco molto più grande: la sua morte. Il piano era “qualcuno vuole la mia morte? Bene, allora io gli do in pasto mia sorella, così almeno muore al posto mio, e nel frattempo mi vendico per averle permesso di uccidere mio figlio Sean”. Un piano di una stronzata talmente colossale, da far sembrare la più brutta stagione di Desperate Housewives – la seconda – oro colato.

Bridget: “Siobhan mi voleva morta?

E tutti noi: “Estiqaatsi, no????? Mò vedi d’annattene a faaaaaa………culo!!!

Vi ricordate questo articolo che avevo tradotto per voi “Ringer Finale Anteprima: Charmelo e Snyder promettono la madre di tutti i Cliffhangers e almeno 3 morti!”?
“Vi daremo una conclusione soddisfacente” dicevano.
Offriremo la madre di tutti i Cliffhangers nel finale di Stagione 1” affermavano.
Sarà un bagno di sangue. Ci saranno almeno tre morti nel finale.” millantavano.
Le gemelle saranno nella stessa stanza, allo stesso tempo. Nello stesso presente.” mentivano

Secondo me, Charmelo e Snyder non hanno mai visto Ringer, altrimenti non avrebbero mai proferito tali stronzate ufficialmente in una intervista! Noi sappiamo che la serialità americana ha un forte vantaggio rispetto al nostro modo di fare serie tv.

Mentre da noi sappiamo già che, ad esempio, una fiction di quart’ordine come Rex 6 è già stata girata e riposta in un cassetto, nonostante ancora in tv debbano andare in onda ancora la quarta e la quinta stagione della serie, in America girano le serie tv in “contemporanea” con la messa in onda, con un anticipo sulla programmazione di almeno  4-5 episodi, cosicché si possa cambiare la storyline in base al feedback immediato col pubblico. Loro, in casi del tutto eccezionali (vedi True Blodd, o Falling Skies) si sognerebbero di preparare stagioni preconfezionate, per lasciarle in naftalina fino a tempo debito.


Ringer ha avuto questo forte vantaggio, ma ha pagato l’incapacità di chi l’ha gestita, che non è riuscito a rimettere la trama in una giusta carreggiata, ma anzi l’ha peggiorata di volta in volta, con controsensi ed escamotage di quarto livello. Rifiutata dalla CBS inizialmente, alla fine come già sappiamo è stata la The CW a dare una speranza alla serie. Ma evidentemente lo ha fatto senza consapevolezza. Ergo, Ringer è stata davvero trattata male e boicottata dal suo interno. Lanciata in una serata altamente competitiva (quella del martedì sera), accompagnata da una serie che le ha fatto più male che bene (90210); lasciata in pausa durante la famosa ‘winter break’ è ritornata con un forte posticipo, perché il Network le aveva preferito il debutto dell’ennesimo reality. Per mandare gli episodi rimanenti senza pause, anticipando addirittura l’episodio finale di serie al 17 aprile. In largo anticipo rispetto ai canonici finali di serie che coincidono spesso e volentieri con il mese di maggio.

La notizia della cancellazione si è fatta attendere non poco, lasciandoci particolarmente perplessi. Ringer era – in partenza – un interessante prodotto che poi è andato letteralmente per la tangente (scontrandosi secondo me, anche qualche seno e coseno). Ma la stessa The CW quest’anno ha combinato un pasticcio dopo l’altro cancellando insieme a Ringer anche The Secret Circle, e confermando per un'ultima stagione un imbarazzante Gossip Girl, che quest’anno ha spesso e volentieri mancato la soglia del milione di spettatori, con rating bassissimi. Che geni!

Rimane la consapevolezza che con nessuna seconda stagione in programmazione, siamo stati costretti ad assistere al più assurdo e inutile cliffhanger mai visto prima d'ora (forse al pari con quello della terza ed ultima stagione di Veronica Mars). Inutile dire che scoccia, e non poco, assistere continuamente ai magheggi e alle convenienze dei Network. Decidersi prima, avrebbe sicuramente permesso a Ringer di avere magari un finale differente, che chiudesse ogni stupida storyline, e dove magari - con molta probabilità - avremmo assistito alla morte di Siobhan e alla redenzione di Bridget.

Tutte supposizioni. Tutte fantasie che potranno alimentare le fanfiction partorite dalla mente dei fans.

Ciao Ringer. Sperando di riavere Sarah Michelle Gellar al più presto; pronta ad interpretare una nuova eroina all'altezza della grande attrice che è. Ma prima diamole pure il tempo di fare nuovamente la mamma a tempo pieno col maschietto in arrivo...

2 commenti:

  1. Questa recensione mi ha fatto morir dal ridere. Il nome Jolanda l'ho subito associato alla Littizzetto. ;)

    Ho deciso di rivedermi la serie in lingua originale, nella (remota) speranza di capirci qualcosina in più.

    Dubbio: Andrew dorme ben sette mesi con Bridget e non si accorge dell'assenza della cicatrice sul polso sinistro (unico particolare che la distingue dalla "good twin")? No, certo che no. Anzi... vede ben due volte la moglie versione mongolfiera senza rendersi conto che qualcosa non quadra.

    Gli unici due personaggi con un briciolo di cervello in tutta la serie credo siano stati Malcom e Solomon (già apprezzavo Sean Patrick Thomas ai tempi di The District).

    RispondiElimina
  2. "Secondo me Charmelo e Snyder non hanno mai visto Ringer"
    Ahahahahah Macca sono quasi MORTA leggendo 'sto commento.
    (disse lui, lasciandola con due figlie dai nomi assurdi sulle spalle)
    ma ROTLF :-D

    RispondiElimina